Sanzioni e multe sempre più severe per i locali pubblici che non si dotano di etilometro precursore come stabilito dalla legge 120/2010 art.54

I locali pubblici, bar, birrerie che non si sono dotati di alcol test in questi ultimi anni sono sempre più a rischio.

Nell’ultimo periodo si riscontra una stretta da parte delle Forze dell’Ordine che stanno intensificando i controlli ai locali che non rispettano la norma 120/2010 art.54 e sono sprovvisti di un etilometro in grado di effettuare una diagnosi del tasso alcolemico dei propri clienti.

Risale a questo luglio 2014 il caso di un esercizio pubblico di Varese multato per oltre 65.000 € poiché non provvisto di etilometro precursore a norma di legge e altre inadempienze.

Si è registrata, in questa stagione estiva, maggiore attenzione da parte delle Forze dell’Ordine nei controlli ai locali che non si sono dotati di alcol test e una maggiore severità rispetto al passato soprattutto in Veneto, Lombardia e Friuli Venezia Giulia. Questi interventi fanno parte di un piano più ampio per prevenire gli incidenti causati dalla guida in stato di ebrezza.

Evitare le pesanti sanzioni e mettere il proprio locale in regola con la legge che obbliga a dotarsi di alcol test (120/2010 art.54) è facile. É sufficiente dotarsi di un etilometro fisso a moneta od offrire al possibilità di acquistare un etilometro usa e getta ai propri clienti.

Con un minimo investimento ci si mette al sicuro da spiacevoli sorprese, pesanti sanzioni e si offre un servizio utile, rivolto alla sicurezza della propria clientela.

 

In aggiunta, un etilometro a moneta, di proprietà o in comodato d’uso, può essere una fonte di guadagno integrativo per il vostro locale. Scoprite come.